Riutilizziamo i vecchi alimentatori AT/ATX

Andare in basso

Riutilizziamo i vecchi alimentatori AT/ATX

Messaggio Da Ospite il Mar Ott 06, 2009 9:25 am

Vi sarà capitato spesso di vedere nei mercatini dell'usato alimentatori switching dei vecchi PC, o di possederne magari in cantina...
Ebbene, avendone anche io una discreta quantità "ferma", poichè dismessa O per insufficiente potenza O per obsolescenza di PC, ho pensato di "rimetterli in pista", in quanto un alimentatore che disponga di una tensione di uscita di 5 V e di 12 V, e d'una valanga di Ampere come gli switching sanno dare, fa sempre comodo!
Certo, non sarà una sorgente di alimentazione Noise Free, ma per applicazioni "brutali" come alimentare trapanini, fresette, caricabatterie o altri carichi che non richiedano particolari alimentazioni ipersilenziose ma correnti piuttosto sostenute, ho ritenuto che potesse andare bene.
In realtà l'ho anche utilizzato per alimentare un floppy drive 1541II Commodore, il quale non possedeva più il suo alimentatore esterno, e ha funzionato (e tuttora continua a funzionare) egregiamente.

Ecco qui uno dei miei alimentatori riesumati: un 200W con correnti massime di circa 8A sui 12V e 20A sui 5V.

Ho saldato i cablaggi da 4mmq direttamente sul circuito stampato, in luogo dei cablaggi d'uscita originali, e li ho terminati con boccole a pannello direttamente fissate sulla scatola dell'alimentatore.
Ho ricavato un'uscita per il 12V ed una per il 5V

Per far funzionare l'alimentatore come "stand-alone" ho provveduto ad individuare internamente la terminazione del POWER ON (solitamente il filo VERDE) ed a connetterla con il NEGATIVO.
L'alimentatore, normalmente, si attiva quando il POWER ON viene collegato al NEGATIVO.
Buona norma, inoltre, sarebbe quella di NON far funzionare l'alimentatore a VUOTO. Nel mio caso gli stabilizzatori interni sono ultraprotetti (per pura mia fortuna e caso) e non ho avuto mai problemi.. ma non tutti gli alimentatori son fatti perfettamente alla stessa maniera...

Per individuare la posizione del POWER ON può risultare utile la seguente piedinatura, classica degli ATX:

Vedremo in seguito come testare il funzionamento corretto dell'alimentatore, mettendolo al lavoro sotto carico, tramite un semplice circuito che simulerà gli assorbimenti opportuni.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum